GIORNALINO ON LINE del Comprensivo Vannini-Lazzaretti

Home Il Giornalino n°22 Qualcosa da dire
Lettera aperta PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 26 Dicembre 2009 16:31

Sono uno studente di tredici anni che frequenta la Scuola Media dell'Istituto Comprensivo "O.Vannini" di Castel del Piano e in questa lettera vi volevo parlare del problema chem nela nostra società, sembra avere molta importanza. Questo specialmente dopo aver letto la missiva, inviata dal Sindaco a tutti i concittadini, dove si mette molto in rilievo questo problema i cui protagonisti sono gli adolescenti.

Infatti, piuttosto recentemente, a Castel del Piano ci sono stati degli eventi abbastanza spiacevoli come la depredazione di alcuni strumenti musicali a fiato, anche piuttosto costosi. In un'altra occasione, invece, è stata danneggiata la recinzione di ferro della fontanta di Piazza Garibaldi, la piazza principale della nostra piccola città. Tutti questi eventi sono, spiacevolmente, solo alcuni di tutta una serie. Nella lettera che il sindaco ha pubblicato lui ha definito queste azioni come "atti vandalici" e pensa che tutti gli adolescenti sono uguali, ovvero tutti dei "piccoli teppisti".

Il punto che si può discutere è la definizione "tutti gli adolescenti sono uguali". Infatti, secondo me, gli adolescenti non sono tutti uguali, anzi sono tutti diversi, ognuno con le proprie pecularità e con il proprio carattere, i propri iteressi e i propri hobby. Molti adolescenti  hanno interessi più positivi rispetto a quello che gli adulti pensano in generale e non sono interessati a compiere atti vandalici.

Tanti quattoridicenni che conosco piuttoso preferiscono suonare uno strumento, praticare uno sport o, addirittura, fare lavoretti utili per la società, come aiutare gli anziani  o le persone in difficoltà.  I ragazzi di cui parla il Sindaco forse, hanno realizzato questi atti vandalici per alcuni motivi ben precisi, probabilmente perchè non sapevano cosa fare o forse perchè si sentivano esclusi dalla comunità e poco importanti e quindi hanno pensato che, facendo questo, avrebbero potuto guadagnare importanza e mettersi al centro dell'attenzione, apparendo su tutti i giornali.

Naturalmente queste non sono motivazioni valide e le cose che hanno fatto sono molto gravi, tuttavia, se si cercasse di mettersi nei panni di questi ragazzi forse le cose cambierebbero. Infatti la vita di adolescente non sempre molto facile, a volte anzi è molto difficile. Di questo potete esserne certi e lo dico percè mi trovo proprio nel bel mezzo di questa parte difficile della vita, l'adolescenza. 

Il Sindaco ha anche scritto che, per risolvere questi problemi, si dovrebbe aumentare la sorveglianza, soprattutto notturna, da parte dei vigili urbani. Ora secondo me, questa è una soluzione un po' troppo drastica. Una buona soluzione per questo  problema sarebbe, invece, organizzare delle associazioni dove gli adolescenti si possano ritrovare per stare bene insieme, ma anche per fare lavoretti utili  per tutta la popolazione. La partecipazione libera di tutti e il contributo che ognuno può dare personalmente sarebbero, sempre secondo me, molto più utili che aumentare la sorveglianza e soprattutto più utili per gli adolescenti.

Cordiali saluti,

Filippo

Classe 3°B, Scuola Secondaria di Primo Grado, Castel del Piano

 

 

Giugno 2019: il nuovo giornalino!

Giornalino n°33

GIORNALINO ON LINE del Comprensivo Vannini-Lazzaretti Template by Ahadesign Powered by Joomla!