Porta il tuo device e usalo a scuola: questo il significato del termine BYOD, che la classe terza ha iniziato a sperimentare quasi non volendo. Gli strumenti di Cl@ssi2.0 tardano ad arrivare, ma gli alunni, più motivati che mai, iniziano a portare in classe i loro strumenti per condividerli ed usarli insieme durante le attività di classe. Si tratta per ora, di attività semplici, come copiare alcuni compiti per farne poi piccoli ebook, oppure giocare per imparare qualche particolarità ortografica e grammaticale, ma in ogni caso è un momento di forte input emozionale: vedere i bambini che si impegnano da soli, senza alcuna richiesta specifica (è sempre stata valida la regola che ognuno poteva portare il proprio strumento da casa, se voleva), quasi alla spicciolata, a portare i loro preziosi oggetti, magari appena giunti a casa come regali di Natale, che bisogna sicuramente apprezzarli, insieme ai loro genitori. Per ora non ci sono né foto, né documenti che mostrino questo inizio così “disarmante”, scaturito dall’iniziativa di questi splendidi alunni, ma sicuramente presto arriveranno. Restate in attesa!

Per oggi abbiamo lavorato a questo documento, sui gradi dell’aggettivo qualificativo e ad un video in fase di montaggio. A queste pagine

  1. http://cr.middlebury.edu/italian%20resources/progetto/grammar/exercises/agg1_fillin.htm
  2. http://www.lapappadolce.net/gradi-dellaggettivo-qualificativo-esercizi-per-la-terza-classe/
  3. http://www.seieditrice.com/materiali/palestra-di-grammatica/aggettivo/index.html
  4. http://www.bancadelleemozioni.it/flash/flash03/aggettivi00.html ( questo ultimo è il più divertente!)

dei giochi on line sull’aggettivo qualificativo che faremo domani in classe coi dispositivi dispinibili.

Nessun commento

I commenti sono chiusi.